RadiciGroup si racconta nel suo nuovo To Be Glocal.

RadiciGroup pubblica la nuova edizione del suo To Be Glocal. Un documento istituzionale attraverso le cui pagine il Gruppo si racconta, fornendo uno spaccato della propria realtà, della sua struttura industriale, dei suoi prodotti.

Ad ispirare il documento, una filosofia che da anni contraddistingue RadiciGroup: essere una realtà con una presenza globale -  il Gruppo è presente in Europa, Nord e Sud America, Asia - capace di mantenere vivi il rispetto e l’attenzione per i luoghi, i territori nei quali si trova ad operare con le proprie aziende. Un gruppo industriale oggi tra i leader europei nei suoi business di riferimento (dalla chimica alle materie plastiche sino alle fibre sintetiche e ai non tessuti), che è anche valore sociale, volontà di fare business in modo responsabile. 

Dalle prime pagine dedicate a profilo, mission, vision e values di RadiciGroup e ai key numbers 2013 (con 3.200 dipendenti, RadiciGroup ha chiuso il 2013 con un fatturato consolidato pari a 1.045 milioni di euro), si passa poi ad una più particolareggiata descrizione della realtà di RadiciGroup.
 
Caratteristica peculiare e punto di forza di RadiciGroup? L’integrazione nella filiera produttiva del nylon, materiale che il Gruppo, grazie alle competenze e al know-how nel settore chimico, è in grado di produrre, lavorare e trasformare. Risultato di queste lavorazioni e trasformazioni? Una vasta gamma di tecnopolimeri, fili e fiocco.
Integrazione nella filiera del nylon, ma non solo. RadiciGroup è oggi leader europeo anche nella produzione e lavorazione di un’ampia gamma di  fili di poliestere. In questo caso il controllo della propria catena produttiva parte dalla fase di filatura per arrivare sino al downstream, a tutte le diverse fasi di lavorazione a valle del filo.
RadiciGroup è anche sostenibilità. Una sostenibilità che il Gruppo rendiconta nel proprio Sustainability Report  e che rappresenta uno strumento di business, di innovazione, di cultura aziendale.

Scopri la nuova edizione del nostro TO BE GLOCAL.
Vai al COMUNICATO STAMPA.