Nel 2015 torna al Monte Pora la Coppa Europa di sci alpino

È stato presentato ieri alla stampa, all’interno degli spazi di Palazzo Frizzoni a Bergamo, il prestigioso evento sportivo dell’European Cup di sci alpino che anche nel 2015, il 26 e 27 febbraio, torna sulle nevi bergamasche del Monte Pora.

L’appuntamento - dedicato all’imprenditore e sportivo Fausto Radici e organizzato per il settimo anno consecutivo dallo Sci Club Radici Group - sarà con una due giorni tutta al femminile, caratterizzata da un importante elemento distintivo: saranno gare finali, quelle che chiuderanno le classifiche di Gigante e Slalom Speciale dell’edizione 2014-2015 di Coppa Europa femminile.

Sono intervenuti durante la conferenza stampa: Loredana Poli, Assessore all'istruzione, università, formazione, sport del Comune di Bergamo, Olga Zambaiti Radici, Presidente dello Sci Club Radici Group, Angelo Radici, Presidente di RadiciGroup, Ernesto Borsatti, Vice Presidente Vicario e Direttore Tecnico dello Sci Club Radici Group, Carmelo Ghilardi, Consigliere FISI e Alessandro Vanoi, Vice Presidente Vicario del Comitato FISI Alpi Centrali. E poi loro, ospiti d’eccezione: gli atleti della gloriosa Valanga azzurra Piero Gros, Paolo De Chiesa e Franco Bieler, campioni indimenticabili che hanno fatto la storia dello sci italiano.
 
L’evento si è aperto e si è svolto anche quest’anno nel segno dell’emozione. Protagonisti, accanto alla due giorni di gare di Coppa Europa, sono stati i valori. Quelli che lo sport sa trasmettere con forza e che sono stati al centro degli interventi di tutti coloro che hanno preso parola durante la conferenza, a cominciare da Olga Zambaiti Radici: «A volte penso ai miei nonni, alla loro vita. Erano ancora dei ragazzini quando si sono approcciati al lavoro. Con grande spirito di solidarietà si aiutavano, contribuivano al sostentamento della famiglia con responsabilità e determinazione, imparando a vivere secondo dei valori che ritengo siano stati e continuino ad essere fondamentali. Oggi non è facile. Le realtà in cui i bambini, i ragazzi possono percepire questi valori, sono poche. C’è prima di tutto la famiglia, c’è la scuola e poi lo sport. Si tratta di realtà che solo collaborando tra loro possono essere efficaci nel trasmettere i giusti valori ai nostri ragazzi.»
 
LE DISCIPLINE E LA PISTA… le discipline saranno quelle dello SLALOM GIGANTE (26 febbraio) e dello SLALOM SPECIALE (27 febbraio). I Trofei: Trofeo Assoluto CLARIANT e Trofeo Juniores LA CISA (giovedì 26 febbraio), Trofeo Assoluto IVS ITALIA e Trofeo Juniores LA CISA (venerdì 27 febbraio).

«Questa è per il nostro Sci Club la settima edizione di Coppa Europa,» - ha commentato Ernesto Borsatti - «una bella sfida ma soprattutto una soddisfazione che quest’anno è ancora più grande visto che ci hanno assegnato le gare finali. Significa che sino a qui abbiamo fatto bene e che davvero, quando si riesce a fare squadra, si possono ottenere risultati importanti.  La pista su cui si gareggerà, la Fausto Radici, è una pista tecnica sulla quale ricordo che negli scorsi anni hanno vinto atleti come Razzoli, Pinturault, Eva-Maria Brem. È una pista che porta bene e chissà, speriamo che in futuro ci sia un atleta bergamasco sul podio.» La pista si svilupperà su un dislivello di 365 metri per il Gigante e di 195 metri per lo Slalom Speciale.
 
Maggiori dettagli nel COMUNICATO STAMPA.